sabato 5 marzo 2011

La chiave di Barbablù




Da bambino la favola che più  amavo era quella di Barbablù.
Aprire porte chiuse è un gesto che mi è sempre piaciuto come pure ho da sempre amato le statue di sale dell'Antico Testamento congelate nella loro scelta di libertà.
Ogni divieto racchiude in sè un naturale impulso ad essere trasgredito, ogni maniglia chiusa richiama inevitabilmente la mia mano.
Ogni stanza deve essere illuminata.

1 commento:

Anonimo ha detto...

Leggo questi testi e ti amo.